Vuoi ristrutturare una vecchia casa per riportarla a nuovo splendore? Ecco come fare

ristrutturare casa incentivi

Ristrutturare casa: un’ottima idea anche dal punto di vista economico

Ristrutturare una vecchia casa è una sfida davvero interessante, non a caso molte persone scelgono di mettersi alla prova con questo tipo d’interventi dato che, in questo modo, è possibile far rivivere l’antico splendore di abitazioni realizzate molti decenni addietro. Allo stesso tempo, acquistare una casa da rimettere a nuovo si può trasformare in un’idea molto valida anche dal punto d vista prettamente economico. Eseguire una ristrutturazione completa implica senza dubbio un investimento economico, tuttavia, se i lavori sono svolti in maniera corretta, alla fine il valore dell’immobile sarà decisamente molto più alto rispetto alla sua valutazione iniziale. Non è per niente raro, infatti, che chi abbia deciso di investire in interventi di ristrutturazione di case antiche sia riuscito in seguito a venderle in modo molto vantaggioso grazie alle plusvalenze realizzate. Parallelamente a quanto detto, ovviamente, tante persone che intraprendono una ristrutturazione lo fanno semplicemente per le proprie esigenze familiari e personali, dunque per potersi garantire una dimora funzionale e piacevole in cui vivere. In entrambe le circostanze, i lavori devono essere seguiti con molta attenzione e niente deve essere lasciato al caso, per questo motivo è necessario affidarsi a dei professionisti che possano svolgere in modo adeguato tutti gli aspetti connessi alla ristrutturazione. Naturalmente l’esperto che sceglierai non organizzerà la ristrutturazione in modo arbitrario ma, al contrario, si confronterà con il suo cliente in modo costante e preciso: il connubio tra le conoscenze tecniche e le aspettative estetiche del richiedente potrà garantire un risultato eccellente.

Di seguito alcune regole da seguire per ristrutturare una vecchia casa:

  • Parti dai pavimenti
  • Controlla gli impianti e gli infissi
  • Migliora l’isolamento termico e quello acustico
  • Apriti alle innovazioni
  • Rispetta lo stile originario dell’abitazione
  • Approfitta delle detrazioni fiscali

Come ristrutturare una vecchia casa in modo funzionale? Parti dai pavimenti

Per una ristrutturazione completa fatta a regola d’arte solitamente si parte dai pavimenti: questi, infatti, sono tra i primi elementi a essere analizzati dai professionisti che si occupano degli interventi di ristrutturazione.
Nella maggior parte dei casi, le abitazioni antiche vantano dei pavimenti retrò molto interessanti, come ad esempio quelli realizzati in grossi mattoni o in pietra: per questo motivo spesso si decide di mantenere la vecchia pavimentazione, cercando di rinnovarla senza intaccarne il fascino originario. Altre volte si preferisce invece utilizzare materiali di ultima generazione in grado di assicurare durevolezza e qualità.

Controlla gli impianti e gli infissi

Un altro aspetto cui bisogna prestare attenzione nei lavori di ristrutturazione è il controllo di tutti gli impianti della casa, in altre parole dell’impianto idraulico, elettrico e del gas. Negli immobili datati, infatti, capita spesso che questi impianti versino in condizioni abbastanza critiche: talvolta è necessario compiere delle riparazioni mirate, altre volte, invece, bisogna realizzare gli impianti ex novo. Questi interventi tecnici solitamente hanno un peso notevole sui costi complessivi di ristrutturazione, ma per avere una casa funzionale, e soprattutto sicura, è indispensabile farli senza badare a spese, scegliendo i materiali più idonei. Gli impianti hanno un ruolo cruciale in una ristrutturazione energetica completa, ma non rappresentano il solo fattore da tenere in considerazione. Per rendere energeticamente efficiente una casa antica è indispensabile intervenire anche sui serramenti: installare degli infissi di ultima generazione può essere deciso nell’ottica dell’efficienza energetica, oltre che sul piano della sicurezza, del design e della funzionalità. Peraltro va considerato che in molti edifici datati le finestre hanno dimensioni piuttosto ridotte, per evitare che il calore all’interno si disperda facilmente. Oggi, invece, gli infissi sono in grado di assicurare dei valori d’isolamento termico molto più efficienti: quindi, puoi decidere di aprire delle nuove finestre o comunque di ingrandire quelle preesistenti, anche in virtù del fatto che molte abitazioni antiche possono offrire una vista davvero incantevole, poiché spesso si trovano in posti molto suggestivi.

Migliora l’isolamento termico e quello acustico

I serramenti hanno un ruolo cruciale nel favorire l’isolamento termico dell’immobile, quest’aspetto tuttavia può essere migliorato anche ricorrendo ad altri sistemi, ad esempio attraverso la posa in opera di pannelli e soluzioni isolanti simili. Quando parliamo di pannelli isolanti, tuttavia, non ci riferiamo solo a quelli dedicati all’isolamento termico, ma anche ai pannelli atti a migliorare l’isolamento acustico. Scegliendo serramenti e pannelli ad hoc, infatti, puoi ottimizzare la tua abitazione anche da questo punto di vista, e tale aspetto non può che renderla più accogliente e di maggior valore commerciale. La ristrutturazione energetica di una casa antica può essere attuata anche ricorrendo a vari dispositivi tecnologici, i quali possono incidere notevolmente sia sul comfort abitativo sia sull’efficienza energetica dell’immobile. Gli esempi sono numerosi, basti pensare agli impianti di condizionamento o alle moderne caldaie a condensazione, in grado di evitare qualsiasi spreco.

Ristrutturare casa antica idee? Apri le porte all’innovazione

Se lo desideri oggi si può dotare la propria antica dimora di automazioni che fino a pochi anni fa sarebbero sembrate a dir poco futuristiche: ad esempio, puoi ricorrere a degli interruttori intelligenti, in grado di attivarsi e disattivarsi autonomamente rilevando la presenza di persone nella stanza, oppure a sistemi di condizionamento e riscaldamento controllabili da remoto attraverso delle App da scaricare sul proprio dispositivo mobile.
Adesso poi si può produrre energia pulita in modo completamente autonomo, riutilizzandola subito per i consumi domestici. Un’ottima idea, ad esempio, è quella di ricorrere al fotovoltaico: certamente simili realizzazioni gravano sui costi di ristrutturazione, ma sono anche in grado di assicurarti un abbassamento molto consistente dei consumi energetici, che non tarderanno a tradursi in un risparmio economico molto vantaggioso.

Come intervenire sull’estetica di una casa antica? Conserva ma migliora

Di quest’argomento si potrebbe parlare per ore, ma ci limitiamo a suggerirti che in linea generale è preferibile rispettare lo stile originario dell’abitazione: è vero che i suoi ambienti interni possono essere rinnovati ma, se non vuoi che perda buona parte del suo antico fascino, cerca di non stravolgerli. I progettisti di solito sono concordi con questo punto di vista e individuano subito i punti più interessanti dell’abitazione affinché non siano depersonalizzati dal restyling.

Approfitta delle detrazioni fiscali per ristrutturare la tua vecchia casa

Dopo questo breve excursus sugli interventi da eseguire per rinnovare la tua abitazione, non devi dimenticare che per te sono previste delle detrazioni fiscali ristrutturazione casa. Lo Stato, infatti, prevede un vantaggioso bonus fiscale da utilizzare sia per le ristrutturazioni sia per l’acquisto di un’ampia gamma di prodotti in grado di aumentare l’efficienza energetica di una casa, dagli impianti tecnologici agli infissi.
In linea generale, la somma che può essere detratta per ristrutturare casa con gli incentivi è pari al 50% delle spese sostenute, se poi desideri anche migliorare la stabilità della tua casa, puoi usufruire anche del SismaBonus con incentivi fino all’85%.