Dove vivere a Firenze e provincia?

perché vivere a firenze

Firenze. La città che fa innamorare!

Firenze è una città che fa innamorare tutti, uomini e donne, giovani e meno giovani, di tutta Italia e di tutte le parti del mondo. Per rimanerne incantati, bastano anche le poche ore di una giornata libera, una gita scolastica, il servizio militare o, meglio ancora, il viaggio di nozze. Nessuno riesce a rimanere indifferente alle meraviglie di quella che è stata definita la culla del Rinascimento italiano, quel momento della nostra storia dove le menti più eccelse in circolazione dettero il meglio di sé stesse nelle arti figurative, nella letteratura e nelle scienze. Una città da godere, dunque, per poterla conoscere il più a fondo possibile e farsi regalare emozioni sempre nuove ad ogni piè sospinto. Il suo fascino eterno si sprigiona nel centro storico e pervade con circonferenze concentriche tutti i quartieri che gli fanno da contorno, fino a quelle località o frazioni a ridosso delle verdi campagne che la circondano. Nel raggio di pochi chilometri si susseguono bellezze artistiche e naturali di ogni genere, stili architettonici diversi e contrapposti, atmosfere antiche e nuove culture per un tessuto urbano che affascina in ogni sua porzione. Vivere a Firenze è il sogno di molte persone, anche perché la città offre attrattive per ogni gusto, per ogni tendenza e per ogni inclinazione. Le possibilità per abitarci sono molte, ognuna più o meno accessibile in termini di prezzi di affitto o di acquisto. Ogni quartiere o frazione ha i suoi lati che fanno innamorare.

  • Centro storico. Il centro storico di Firenze è una perla urbanistica che, nel 1982, l’Unesco ha riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità. All’interno della cinta muraria edificata nel XIV secolo, convivono le aree e i monumenti che sono conosciuti in tutto il mondo. Vivere nel centro storico significa poter ammirare ogni giorno Ponte Vecchio e il Museo degli Uffizi, il Campanile di Giotto e le Gallerie dell’Accademia, Piazza del Duomo o Santa Maria Novella. Una cartolina dietro l’altra da ammirare andando a lavorare o a fare una passeggiata.
  • Campo di Marte. Si tratta di un quartiere che nasce nel 1812 come base di addestramento dell’esercito fiorentino, da qui il nome dedicato al Dio della Guerra. Con i secoli è stata inglobato nella città diventando una zona molto prestigiosa fino ad essere uno dei centri nevralgici della vita e della cultura fiorentina. È anche la zona dedicata ai maggiori impianti sportivi della città con lo stadio Artemio Franchi, le Piscine Comunale, lo Stadio di Atletica che si ergono tra spazi verdi immensi e curati alla perfezione per la gioia di tutti gli abitanti dei palazzi in stile liberty che fanno da cornice.
  • Rifredi. Il quartiere Rifredi si trova nella parte nord-occidentale della città e comprende anche la zona di Careggi. Dal punto di vista urbanistico, Rifredi è caratterizzato da complessi e palazzi a più piani anche se sono presenti molte villette, sia singole che a schiera. In questo quartiere, hanno sede molte facoltà scientifiche, oltre che il famoso presidio ospedaliero.
  • Nave a Rovezzano. È un piccolo borgo che trae il suo nome dall’antico traghetto che permetteva ai fiorentini di attraversare il fiume Arno mettendo in comunicazione le due sponde. Dal punto di vista urbanistico ed architettonico, può essere considerata una frazione molto eterogenea in cui si può scegliere tra abitazioni autonome e condomini datati ma ben mantenuti ed altri di recente costruzione. Anche se il centro di Firenze non è lontanissimo, si può vivere in un’atmosfera di grande tranquillità.
  • Figline Valdarno. Nell’immediata provincia di Firenze, una cittadina che ne può essere considerata la perfetta miniatura. In un giusto mix tra vita tranquilla e mondanità, si alternano palazzi antichi e costruzioni moderne, ville lussuose e condomini per tutte le tasche. Un luogo defilato da Firenze ma che ne incarna a pieno lo spirito e l’ispirazione.

Perché vivere a Firenze?

Firenze è una delle capitali della moda e nel suo hinterland pullulano aziende che operano nel settore dell’abbigliamento e delle calzature, sia a livello industriale che artigianale. Dalla piccola impresa a conduzione familiare alle griffe che fanno più tendenza, la moda è una realtà economica che offre opportunità. Sempre nella periferia e nella provincia di Firenze operano anche grandi aziende del settore meccanico che producono in partnership con grandi case automobilistiche, gruppi industriali nazionali e multinazionali leader nel settore. Ma il comparto manifatturiero comprende anche l’industria chimico-farmaceutica con la produzione di materiali plastici, chimici, gomma e farmaci, e quello dell’informatica per la vendita di software specialistici, consulenze ed elaborazione dati. Grazie all’ingente afflusso turistico in ogni periodo dell’anno, buone possibilità d’impiego anche nell’ambito dell’arte e della cultura, dello spettacolo e dell’enogastronomia.

Dove vivere a Firenze con bambini?

Anche per chi vuole trasferirsi a Firenze con tutta la famiglia, le possibilità di trovare la sistemazione ideale sono concrete e numerose. Ad esempio, un quartiere per chi cerca tranquillità, spazi verdi, traffico non caotico e facilità di parcheggio, il quartiere Bolognese è l’ideale. Si trova in collina ma è a pochi chilometri dal centro ed è disseminato di spazi verdi per bambini come il Giardino degli Orti del Parnaso con la sua fontana a forma di serpente. In alternativa, un altro quartiere a misura di famiglia è Piazza della Libertà con i suoi parcheggi liberi e un’area dedicata agli acquisti di ogni genere. Per chi vuol vivere con il lusso di avere un parco a pochi passi da casa, il quartiere Porta al Prato, una tra le porte più antiche di Firenze, si sviluppa nei pressi del Parco delle Cascine, uno dei simboli della città, oltre che il suo parco più grande.

Andare a vivere a Firenze non è più un sogno irrealizzabile

Niente di più vero. Andare a vivere a Firenze è un sogno che può diventare realtà dopo essere stato rinchiuso lungo tempo in un cassetto. Il mercato immobiliare tradizionale, per certi aspetti, è ancora proibitivo ma il Web offre delle occasioni vantaggiose con frequenza impressionante. Per saperle cogliere, è necessario avere le competenze e gli strumenti giusti per capire quali siano i siti dove poter concludere un vero affare e quali no. Tra i primi, vi sono i siti che, autorizzati dal Tribunale ed in piena ottemperanza con il Codice di procedura civile, bandiscono ed effettuano aste fallimentari. Aggiudicandosi un’asta fallimentare, le condizioni di acquisto sono veramente da sogno. Come quello di andare ad abitare a Firenze.