Immobili a reddito: un’ottima opportunità di investimento?

investimenti-immobiliari a reddito garantito

Godere di una rendita futura grazie all’acquisto e alla successiva locazione di un immobile. Come sfruttare al meglio la vendita di immobili a reddito

Chi dispone di una somma di denaro da investire ha nel mercato immobiliare uno dei settori più interessanti sotto questo punto di vista. Agli occhi di chi investe, infatti, tale mercato tende a manifestare una certa stabilità e, in virtù della sua storia, appare decisamente “solido”. Proprio per questo, anche in periodi di crisi investire nel mattone rappresenta una scelta sicura. D’altro canto, negli ultimi anni la situazione del settore in oggetto si è caratterizzata per:

  • Prezzi delle abitazioni diminuiti del 20-30% rispetto agli anni pre-crisi
  • Tassi nominali sui mutui capaci di raggiungere i minimi storici
  • Prezzi degli affitti in rialzo, vista la difficoltà per molte persone di comprare casa

Quanto appena indicato ha favorito i soggetti che desiderano diversificare il proprio portafoglio selezionando più modalità di investimento. Scegliere di farlo con degli immobili a reddito, in particolare, significa poter godere di ulteriori vantaggi.

Perché si parla di investimento immobiliare a reddito garantito?

L’acquisto di uno o più immobili rappresenta, già di per sé, un’operazione che assicura un “guadagno” nel tempo. Quanto appena scritto è una diretta conseguenza del fatto che il valore di un’abitazione è tendenzialmente destinato a crescere costantemente con il passare degli anni. Il vantaggio principale degli investimenti immobiliari a reddito, ad ogni modo, deriva dal ricorso alla locazione.
Nella maggior parte dei casi, infatti, tali immobili sono oggetto di locazioni destinate a perpetrarsi per un lungo periodo di tempo (fino ad estendersi a più decenni). Si tratta di un investimento sicuro, vista la crescita progressiva del capitale. Non è raro, in questo caso, parlare di investimenti immobiliari a reddito garantito. Locare per lunghi periodi un immobile significa beneficiare di canoni dotati di garanzia di rendimento, in quanto fideiussioni bancarie.
In pratica, l’acquirente ha la possibilità di comprare un immobile ad un determinato prezzo, già messo a “reddito”. Questo in quanto l’immobile stesso risulta affittato. Di conseguenza, il futuro acquirente viene messo già a conoscenza dell’ipotetica rendita, percepibile una volta portata a termine la transazione.
Nella realtà attuale, avere l’opportunità di investire in un immobile per metterlo a reddito porta a beneficiare, mensilmente, di un ritorno automatico di segno positivo. Come accade per qualsiasi altra forma di investimento, tuttavia, è opportuno non gettarsi a capofitto, adottando un certo criterio nella scelta.
È importante, infatti, tenere presente che la convenienza dell’operazione è legata alla scelta di effettuare l’investimento sfruttando la leva bancaria, e non facendo affidamento unicamente sui propri soldi.

Cerchiamo immobili, ma lo facciamo con criterio: come rendere più fruttuoso l’investimento

Ma quali sono gli immobili che, meglio di ogni altro, permettono di ottenere la rendita migliore? Buoni risultati con un investimento immobiliare a reddito sono generalmente assicurati dai monolocali delle grandi città, soprattutto se situati nelle vicinanze di una stazione ferroviaria, o di una metropolitana. La situazione ideale ha per oggetto gli immobili di una località che presenti un’università, oppure delle industrie ad elevato impiego di manodopera. In città importanti come Milano potrai andare alla ricerca del locale ideale anche in periferia. Chi ha fondi a sufficienza, e dispone di un buon fiuto per gli affari, ha l’opportunità di optare per un monolocale da ristrutturare. Proprio il fatto di dover procedere ad una serie di lavori di ristrutturazione presenta vantaggi dal punto di vista delle detrazioni fiscali. Inoltre, è sufficiente una certa creatività per “trasformare” l’immobile, rendendolo ancora più confortevole, riscontrando pienamente le esigenze del target al quale si mira.

L’importanza della leva finanziaria

Una volta individuato l’immobile è il momento di sfruttare la leva bancaria. Occorre considerare, infatti, che minore è la rata del mutuo, più elevata sarà la possibilità di generare reddito. Visto che, in questo caso, si sta puntando ad un mutuo per investimento attivo, il consiglio è di stipulare mutui la cui durata superi i 25 anni.
Se è da tempo che stai valutando l’opportunità o meno di investire in immobili a reddito in vendita, prima di chiedere un mutuo per procedere all’acquisto, dovrai necessariamente prendere in considerazione tutti i costi associati all’operazione; in in particolare, sono da tenere ben presenti:

  • Rata del Mutuo
  • Imu sulla seconda casa
  • Cedolare secca sul canone lordo
  • Spese condominiali (se previste)

Quali ricavi è possibile ottenere investendo in immobili a reddito in vendita?

Fatta mente locale sulle spese potrai passare a valutare i ricavi, ossia il reddito lordo derivante dall’affitto. Per avere una stima di tale dato il consiglio è di verificare l’affitto medio del quartiere nel quale si viene a trovare l’immobile. Solo se i ricavi risultano maggiori dei costi sarai pronto ad investire il tuo denaro.
Per quanto concerne la formula da utilizzare per l’affitto dell’abitazione, al tradizionale 4+4 potrai preferire una soluzione a canone concordato. Nel caso in cui tu propenda per quest’ultimo, non dimenticare che spetta al Comune che ospita l’immobile fornire indicazioni sulle fasce di prezzo. Godrai, ad ogni modo, di un vantaggio non indifferente, rappresentato da un abbassamento dell’aliquota della cedolare secca (che passerebbe dal 21 al 10%) e da uno “sconto” sull’Imu.

Non perdere l’occasione: perché dovresti rinunciare ad un’entrata mensile?

L’attivo mensile ti consentirà di avere a disposizione un immobile che non solo riuscirà a “ripagarsi” da solo, ma in grado di generare un’entrata ogni 30 giorni. Questo a fronte di un investimento iniziale minimo, pari a circa il 20% del valore dell’immobile stesso. Proprio tale tipologia di operazioni, in un momento storico caratterizzato da tassi bassi, ha messo nelle mani degli investitori un’opzione allettante. Gli immobili CCRVE in Bonis possono fare al caso tuo. Cerchiamo immobili commerciali e abitazioni che possano dar luogo a rendite sicure.